VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA DECENTRALIZZATA A DOPPIO FLUSSO

L’IMPORTANZA DELLA VENTILAZIONE NEGLI EDIFICI DOTATI DI NUOVI INFISSI

LinkedIn
YouTube

L’IMPORTANZA DELLA VMC NEGLI EDIFICI DOTATI DI NUOVI INFISSI

Negli edifici di nuova costruzione o che sono stati oggetto di interventi di efficientamento energetico troviamo spesso la posa in opera o la sostituzione di infissi di nuova generazione che non consentono il ricambio dell’aria.

In questi casi diventa molto importante garantire un ricambio dell’aria costante ed efficiente in modo da smaltire la CO2, l’umidità in eccesso e le sostanze organiche volatili (cattivi odori) che si accumulano negli ambienti.

Per fare questo bisogna installare un impianto di Ventilazione Meccanica Cotrollata (VMC) efficiente. Le soluzioni possono essere impianti VMC centralizzati e decentralizzati.

SCARSO ISOLAMENTO TERMICO E FORMAZIONE DI MUFFE

Nei casi di nuovi infissi in abitazioni con ponti termici, cioè con scarso isolamento termico, nei mesi invernali può verificarsi una cospicua perdita di calore dall’interno verso l’esterno. In questo modo l’umidità interna viene a contatto con la bassa temperatura della parete e si condensa. E’ questa umidità depositata sulla parete fredda che forma la muffa. Le muffe sono funghi microscopici che durante la proliferazione liberano sferule di piccole dimensioni (spore). Queste si disperdono nell’aria della casa e quando inalate costantemente finiscono con il provoare malattie respiratorie, asma, allergie, ecc.

L’utilizzo di sistemi di ventilazione meccanica per il ricambio dell’aria diventa quindi determinate per la salubrità della casa e il benessere della persona.

VMC centralizzata VS decentralizzata.

VMC CENTRALIZZATA VS DECENTRALIZZATA

Utilizzare impianti VMC decentralizzati anziché centrallizati presenta alcuni vantaggi.

  • Con gli impianti decentralizzati si evitano le opere murarie per la posa in opera della canalizzazione, con considerevole risparmio su tempi e costi di realizzazione dell’impianto.
  • Occorre una minore manutenzione: non esiste la pulizia dei canali ma solo la sostituzione annuale dei filtri.
  • Gli impianti decentralizzati possono essere accesi e spenti solo negli ambienti in cui serve.
  • Infine la regolazione dei parametri CO2, ossigeno e umidità è pertinente ad ogni singola stanza.

VMC DECENTRALIZZATA A FLUSSO ALTERNATO VS DOPPIO FLUSSO

Nell’ambito dei sistemi VMC decentralizzati o puntuali, quelli a doppio flusso sono i più efficienti.

IMPIANTI VMC A FLUSSO ALTERNATO
I sistemi VMC più comuni alternano un flusso in uscita per lo smaltimento dell’aria viziata con un flusso in entrata per l’immissione di aria pulita. In questo modo viene però anche estromessa aria calda ed inserita aria fredda che in inverno comporta uno spreco di energia per il riscaldamento. Al contrario può succedere per l’estate soprattutto se la casa ha un impianto di rafffrescamento.

Lo scambiatore termico è in grado di attenuare la dispersione del calore in inverno e dell’aria fredda in estate. Tuttavia con questo sistema a flusso alternato l’efficenza del recuperatore è molto bassa, circa il 50% sul recupero del calore in inverno o del raffrescamento in estate.

IMPIANTI VMC A DOPPIO FLUSSO
Con i sistemi VMC puntuali a doppio flusso lo scambio in uscita e in entrata avviene contemporaneamente.
In inverno l’aria fredda in entrata viene riscaldata alla stessa temperatura di quella in uscita evitando la perdita di calore negli ambienti.
In estate avviene il contrario, l’aria calda in entrata viene raffrescata alla temperatura di quella interna.

Con questo secondo tipo di impianti abbiamo invece una alta efficienza energetica che può arrivare fino al 92% sul recupero del calore in inverno o del raffrescamento in estate.

Ventilazione meccancica controllata a singolo flusso alternato e a doppio flusso simultaneo.